Incontro con l’autore: Barbara Crimi

L’antico Egitto è stato sempre additato, in tutte le epoche, come una terra fantastica, un luogo affascinante la cui storia spesso ha viaggiato parallela alla fantasia di intere generazioni.

Sulla civiltà sviluppatasi lungo il corso del fiume Nilo sono nate leggende, miti, dicerie che in alcuni casi non avevano nulla di fondato mentre in altri gli stessi antichi Egizi ne avevano abbozzato i contenuti fantastici da tramandare ai posteri. I resti maestosi e vetusti dei templi, le piramidi, la Sfinge, le mummie contribuiscono da secoli a mantenerne inalterato il fascino e il richiamo.

“Gli egizi dimostrarono che il loro cielo è diverso dagli altri, che la natura del loro grande fiume non è come quella dei soliti fiumi e che anche i loro usi e costumi sono quasi sempre il contrario di quelli del resto degli uomini” racconta lo storico greco Erodoto nelle sue Storie.

L’e-book “Il mito dell’Egitto” si pone, in questo contesto, come un compendio tra le varie scuole di pensiero che si sono susseguite nel corso dei secoli a partire dalla riscoperta di questa civiltà dal tempo dei Romani passando per il Settecento fino ad arrivare ai nostri giorni.

Egittologia, egittofilia, egittomania, piramidioti, fotografie, film, fumetti tutto viene analizzato per comprendere il tipo di visione che si ha dell’antico Egitto anche in epoca moderna, visione intesa come risultato, sintesi finale frutto dell’eredità culturale trasmessaci da secoli di studi più o meno fantasiosi sull’argomento.
Barbara Crimi, autore di Il mito dell’Egitto

Incontro con l’autore: Barbara Crimi