Incontro con l’autore: Mauro Simeone e un evento sincronico-digitale

Voglio raccontarvi un episodio sincronicoche mi ha visto, mio malgrado, protagonista.
 
Il 5 ottobre del 2001 mi collegai al sito http://www.mailnelfuturo.com , un sito che con pochissimi passaggi ti permette di inviare un’email che ti ritornerà indietro in un tempo futuro che stabilisci tu. Puoi stabilire che l’email ti verrà recapitata domani o fra trent’anni. Evidentemente in quel giorno lontano decisi di ri-leggere la mia email dopo dieci anni.

 
Ecco perciò l’email che dieci lunghissimi anni fa mi spedii nel futuro e che lessi il 5 ottobre del 2011:

Caro Mauro del futuro,
spero che in questi dieci anni tu sia riuscito a:
1. Laurearti
2. Trovare un lavoro nel settore della comunicazione
3. Avere una compagna bionda con occhi chiari
4. Recuperare il rapporto con Francesco dopo il violentissimo litigio che tre giorni fa ha interrotto la vostra amicizia che durava da vent’anni.
In bocca al lupo
Mauro del passato

Ora, la cosa che mi lascia sbalordito non è tanto essere riuscito a laurearmi, lavorare nel settore della comunicazione e neanche avere una compagna bionda con gli occhi azzurri. In fondo dieci anni fa mi mancavano quattro-cinque esami alla laurea in Sociologia e che trovassi lavoro in un settore affine al percorso di studi era una previsione tutto sommato attendibile. Pure che la mia attuale fidanzata avesse quelle caratteristiche fisiche possiamo definirlo un fatto “banale”; del resto ho sempre preferito in una donna caratteri somatici “nordici” rispetto a quelli “mediterranei”.
 
La cosa sconcertante però è che, pochi minuti prima di ricevere questa email dal futuro mi arrivò un’altra email, una di quelle relative agli avvisi provenienti da Facebook (che dieci anni fa non era stato nemmeno pensato).

 
Francesco X vuole stringere amicizia con te” recitava l’oggetto della email giunta dieci minuti prima rispetto all’email del futuro. Lì per lì non collegai le due cose ma riflettendoci dopo è incredibile e sconcertante che queste due volontà (il voler recuperare un rapporto d’amicizia da parte mia e la volontà di recuperarlo da parte di Francesco) abbiano viaggiato parallelamente per tanto tempo e si siano incrociate attraverso lo stesso strumento dieci anni esatti dopo (non un giorno di più né un giorno di meno), a pochissimi minuti dal termine di un countdown che durava da ben dieci anni!

 
Inutile dire che in questi dieci anni io e Francesco ci eravamo completamente persi di vista. Non è forse questa una prova dell’esistenza del destino? Non lo so, indubbiamente però potrebbe trattarsi di un evento sincronico-digitale e Jung ne sarebbe affascinato. Comunque ho accettato l’amicizia di Francesco dieci anni dopo, perché contraddire il Fato non mi sembrava davvero il Caso.

Mauro Simeone, autore di Dajejung
Annunci
Incontro con l’autore: Mauro Simeone e un evento sincronico-digitale