Incontro con l’autore: Alessandra Corbetta

alessandra-corbetta

Mi chiamo Alessandra Corbetta e sono nata a Erba il 4 dicembre 1988.

Tutta la mia attività curricolare e le mie pubblicazioni le potete trovare sul mio sito, www.alessandracorbetta.net, che curo e gestisco personalmente.

In estrema sintesi, oscillo tra la poesia e la sociologia dei media, passione vitale la prima, appassionata professione la seconda.

Ho scritto la mia prima poesia all’età di sette anni: parlava di foglie cadute e di autunno.

La malinconia, che dicono essere la malattia dei poeti, era probabilmente già dentro di me, insieme a uno sconfinato amore per la vita che, nei versi, mi è sempre sembrata più autentica, più vicina.

La poesia, ma direi l’arte in generale e anche la faccia sana di una certa cultura, mi sono appartenute da subito, anche se io preferisco non appartenere mai a niente del tutto. Dicono che sia una caratteristica del Sagittario, il mio segno, mettere la libertà sopra tutto. Libertà non come mancanza di regole o di valori (che ho ben radicati in me), bensì come possibilità di scivolare via da definizioni, etichette, categorie, di rimanere inafferrabile.

Amo profondamente quello che faccio: una parte del mio cuore è la mia arte, la poesia.

Poi c’è la musica e tutte le altre arti a riempirmi, senza togliere spazio. E la voglia, quasi bulimica, di sapere, di conoscere.

Sono una che, nonostante tutto e quasi anacronisticamente, ci crede sempre, ci crede ancora: è la mia fragilità, è la mia forza.

young woman with suitcase

L’amore non ha via è una raccolta di trenta poesie in cui, senza pretesa di soluzione o di chiusura del cerchio, indago le tante manifestazioni con cui l’amore può presentarsi tra due persone.

Molte volte mi sono imbattuta in teorie sull’amore, ognuna portatrice di presunte verità assolute, di stratagemmi, di dritte da seguire; ciascuna foriera di tassonomie quantitative e qualitative.

Nessuna mi hai mai soddisfatto; perché ogni amore è a sé, come lo è ogni persona e ogni modo di amare.

Le comparazioni, le previsioni, le rimuginazioni fanno male al sentimento amoroso e l’esperienza di vita lo dimostra in continuazione.

In una società che cerca di controllare e indirizzare le nostre emozioni, che ci porta, in maniera silenziosa, a banalizzarle e a venderle per molto poco, in un mondo che ci fa scivolare tra le mani la nostra intimità più profonda rendendola pasto frugale per avvoltoi che hanno facce familiari, la forza delicata ma struggente del verso è in grado di farci tornare a respirare aria viva e vera, la stessa aria di cui anche l’amore, come ogni cosa fatta di fuoco, ha bisogno per perpetrarsi e continuare a esistere.

L’amore, un pensiero indefinibile, con le mani di rosa, il sapore di fragola e un punto di domanda sopra la testa.

Alessandra Corbetta

Annunci
Incontro con l’autore: Alessandra Corbetta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...