Vita e filosofia religiosa di Emily Brontë

Il breve saggio di Giorgina Sonnino ci guida alla scoperta di un volto inedito di Emilia Bronte

Emilia Bronte, conosciuta nel mondo delle Lettere con lo pseudonimo di Ellis Bell, fu, forse, la più complessa e umanamente straordinaria delle sorelle Bronte. Contrariamente alle sorelle manifestò una propria personale visione religiosa che le permise di mantenere una calma estrema nonostante le innumerevoli tempeste che caratterizzarono la sua pur breve esistenza terrena.

Emilia Giovanna Bronte e la sua idea religiosaEmilia passò quasi per intero, tranne che per tre “periodi di esilio” tutti poi interrotti, nel villaggio di Haworth. Priva di un’istruzione formale e di legami all’infuori della famiglia dedicò ogni stilla di energia ad aiutare gli altri fino alla sua ancora prematura morte. Con il breve saggio intitolato “Il pensiero religioso di una poetessa del Secolo XIX. Emilia Giovanna Bronte“, qui riproposto in versione digitale dalla Flower-ed, la casa editrice nativa digitale diretta dalla straordinaria Michela Alessandroni, saggio che arricchisce di un altro preziosissimo capitolo la collana “Windy Moors”Giorgina Sonnino, discendente di una nobile famiglia che vide tra i suoi membri Sidney Costantino Sonnino, più volte Ministro del Regno d’Italia, ci guida in un viaggio che ci permetterà di  conoscere e apprezzare in maniera piena e completa la straordinaria figura di Emilia Giovanna Bronte l’autrice del romanzo, purtroppo non apprezzato se non a distanza di tempo “Cime tempestose“, romanzo per dar vita al quale l’autrice non attinge a memorie personali ma crea, grazie alla sua incredibile capacità di creare “realtà parallele”, un “mondo a parte” nel quale ella fa ruotare la vicenda e i personaggi del romanzo. Proprio quel suo modo di pensare e quella sua dedizione verso gli altri, senza giudicarli mai, come fece col fratello, Branwell, il quale condusse, da un certo punto della propria esistenza un’esistenza degenerata, la portò a dar vita al personaggio principale del suo unico romanzo, Heathcliff, infondendogli una malvagità e una perversione d’animo che solo l’amore sarà in grado di guarire.  Un testo sommamente consigliato sia agli amanti della saggistica in ambito letterario sia ai profani del genere che, magari, nutrissero la curiosità di scoprire e conoscere in maniera più approfondita una delle Grandi Figure che hanno popolato il panorama letterario di ogni epoca.

Riccardo Mainetti

Fonte: Recensioni Librarie in Libertà

Annunci
Vita e filosofia religiosa di Emily Brontë

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...