Intervista a Ilenia Di Carlo su Zebuk

Ilenia Di Carlo - flower-ed
Oggi incontriamo una giovane e talentuosa autrice della casa editrice Flower-ed: Ilenia Di Carlo. I suoi romanzi fantasy sono stati letti ed apprezzati da Zebuk e quindi siamo qui per scoprire qualcosa di più sul suo lavoro.

Parlaci un po’ di te: chi sei, come è nata la tua passione per il fantasy?
Sono una persona molto semplice e amante delle piccole cose, una sognatrice insomma. Adoro perdermi a fantasticare tra le pagine dei miei libri preferiti, passare ore e ore a immaginare mille scenari e possibilità diverse per i personaggi dei romanzi che mi diverto a scrivere, inseguendo questa grande e crescente passione fin dalla più tenera età. Sì, credo proprio che in realtà sia nata insieme a me, ormai sarebbe impossibile farne a meno.

Il tuo primo romanzo, Dannatamente tua, racconta di una ragazza, Allyson, che scopre di essere una strega. Come hai avuto l’idea per il romanzo? Ti sei ispirata a qualcuno in particolare per immaginare la giovane strega Allyson?

Di solito basta un alito di vento, una fragranza inaspettata o una semplice frase captata qui e là per ispirarmi, ma la mia giovane strega Allyson esisteva già da tempo nei miei pensieri. È come se tutti i personaggi di cui scrivo fossero già esattamente come desidero, quasi vivessero in un piccolo mondo parallelo che attende solo di essere esplorato per farli uscire finalmente allo scoperto, regalando loro una fantastica storia tutta da vivere.

È uscito da poco il tuo secondo romanzo, Il risveglio. Puoi anticipare qualcosa ai lettori di Zebuk?
Il risveglio è il “romanzo di mezzo”, un piacevole intrattenimento prima del gran finale, ancora tutto da raccontare. In questa seconda parte Allyson sarà ancora una volta la protagonista indiscussa e si troverà a combattere contro nuovi e pericolosi nemici, rappresentati soprattutto dai suoi demoni interiori. Le continue lotte la renderanno facile preda di tristi e violente emozioni, che la accompagneranno nel suo lungo e tortuoso cammino alla ricerca di se stessa… il resto? Lo scoprirete solo leggendo!

Oltre ai romanzi dedicati alla strega Allyson, è tuo anche Sacrilegio, romanzo ambientato tra gli angeli e i demoni. Sacrilegio è una storia d’amore con un finale molto azzeccato. Ci sarà un seguito prima o poi?
Sono molto affezionata ai tormentati protagonisti di Sacrilegio e la mia mente è sempre in movimento, perciò un eventuale seguito potrebbe non essere escluso. Al momento però ho altri progetti, quindi credo proprio che i fans di Shiny e Tristan dovranno attendere ancora un po’ per scoprire cos’altro potrei ancora avere in serbo per loro.

Tu sei un’appassionata di fantasy: da lettrice prima e scrittrice poi, quali sono secondo te gli elementi fondamentali di questo genere? Cosa ti fa veramente appassionare a un romanzo fantasy e cosa invece trovi banale?

Sicuramente la fantasia, la capacità innata di sognare e di lasciarsi trasportare completamente da una storia non dovrebbero mai mancare. Del resto, un romanzo ben scritto si riconosce subito poiché possiede un’anima, facilmente percepibile in un crescendo di emozioni che sembrano magicamente librarsi in aria, abbandonando, anche se solo per un attimo i fogli bianchi che le custodiscono per raggiungere direttamente il cuore del lettore. Se poi la storia si capovolge completamente nel corso della lettura, stravolgendosi in ogni sua parte e stupendo chi la segue con un finale esplosivo e tutt’altro che scontato, allora lì sei assolutamente sicuro che da quel momento, dentro di te, lascerà un’impronta indelebile che vivrà per sempre.

Quali sono gli scrittori che maggiormente ti hanno influenzata?

Ce ne sono tanti, ma Oscar Wilde è sicuramente quello che preferisco. Le sue opere mi hanno tenuto compagnia per gran parte della mia vita prima sotto i banchi di scuola, dove durante le lezioni mi ritrovavo a rubare pagine su pagine, e poi in età adulta, quando la percezione di tutte le cose comincia inevitabilmente a mutare. La sua personalità ambigua e affascinante è facilmente percepibile attraverso le sue opere così come il suo credo estetico, in quel continuo bisogno di far coincidere l’arte con la vita.

E ora l’ultima domanda che è un po’ il marchio di fabbrica di Zebuk: quali sono i tuoi libri preferiti e quali invece i libri che hai al momento sul comodino?

Oltre al genere fantasy amo molto i thriller e i romanzi rosa, ma non tutti, solo quelli che riescono a trasmetterti qualcosa senza sembrare troppo banali. A volte mi piace rileggere più e più volte i libri che preferisco, imprimere nella memoria alcune frasi che mi hanno colpita particolarmente.

Grazie della disponibilità Ilenia e a presto!

ph credits: Flower-ed

Fonte: Zebuk

Scopri i romanzi di Ilenia Di Carlo!

Annunci
Intervista a Ilenia Di Carlo su Zebuk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...