Amore e Psiche

Amore e Psiche, flower-ed

Oggi vi propongo il breve saggio Amore e Psiche di Ersilia Caetani Lovatelli appartenente alla collana digitale Il Salotto di Ersilia, della quale vi avevo già parlato qualche settimana fa. Dopo I giardini degli Acilii e La Casa Aurea di Nerone, questo terzo saggio abbandona l’archeologia per dedicarsi all’arte e alla mitologia.

Amore e Psiche di Ersilia Caetani Lovatelli è una breve rilettura dell’omonima favola di Apuleio. Non avendo fatto studi classici, ammetto di avere diverse lacune in questo settore così, prima di leggere questo saggio, mi sono documentato un po’ sull’opera originale. Per chi come me fosse arruginito, vi riporto la storia in breve.

Psiche è la terza figlia di un re, dotata di una bellezza tale da essere paragonata alla dea Venere. Questa, furiosa e invidiosa, incarica il figlio Amore di far in modo che la povera Psiche si innamori di un uomo vile e malvagio. Nonostante la sua straordinaria bellezza infatti, Psiche non riusciva a trovare marito. Il re suo padre, disperato per questo fatto, chiede consiglio a un oracolo che gli ordina di portare la figlia su una rupe affinché si congiunga con un terribile mostro. Psiche viene quindi adornata e accompagnata verso il suo destino. Una volta lasciata sola, il vento Zefiro le giunge in aiuto e le indica la via per la salvezza. Psiche raggiunge così uno splendido palazzo dove, di notte e al buio, incontra un misterioso amante del quale presto si innamora. Questo amante è Amore, il figlio di Venere. Le due sorelle, invidiose, le consigliano di chiedere al misterioso amante di mostrarsi a lei, cosa proibita in quanto divinità. Psiche si reca così nelle stanze di Amore con una candela riuscendo a vederlo in viso e, per questo motivo, lui la abbandona. Disperata inizia a cercare l’amante perduto finendo tra le reti di Venere che la sottopone a prove impossibili. Grazie ad aiuti straordinari, Psiche riesce a portare a termine i compiti di Venere e a ricongiungersi ad Amore. La loro unione viene celebrata dallo stesso Giove e Psiche viene infine accolta tra le divinità.

Amore e Psiche di Antonio Canova

In questo saggio Ersilia Caetani Lovatelli ci racconta le figure di Amore e Psiche nella storia dell’arte, il significato che nel tempo questo mito ha assunto e il motivo per il quale si trovano molte tombe con le immagini di questa coppia di amanti. Descrive poi l’evoluzione del mito nel tempo e nel passaggio dal paganesimo al cristianesimo. Ho trovato molto interessante la spiegazione del mito, l’unione di Amore e Psiche intesa come unione tra amore e anima – significato letterale del termine greco psiche.

Nonostante le mie conoscenze classiche siano davvero poco estese, ho sempre avuto un debole per la mitologia e le leggende, di qualsiasi cultura facciano parte. Greci, Romani, Antichi Egizi fino ad arrivare a popolazioni minori o più recenti, tutte le culture sono ricche di racconti fantastici e stupende leggende che descrivono, in vesti di fiabe, le origini del mondo, dell’uomo e della cultura alla quale appartengono.

Amore e Psiche di Ersilia Caetani Lovatelli mi ha permesso di conoscere un po’ meglio un mito che fino a oggi mi era noto solo di nome. Un saggio breve che consiglio agli amanti dei classici e dell’arte ma anche a chi, come me, è curioso di imparare qualcosa di nuovo.

Fonte: Librinviaggio.

Annunci
Amore e Psiche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...