flower-ed su PEF Magazine

1) Come nasce la Flower-ed? E come mai la scelta di questo nome?
Flower-ed nasce nel febbraio del 2012 dopo una lunga gestazione e dopo una lunga esperienza, da parte mia, nel settore editoriale. Il nome prende spunto da quei florilegi, o antologie, di una volta che raccoglievano i brani più belli, come in un mazzo di fiori, appunto. E poiché nel nostro progetto c’è anche la volontà di trasmettere contenuti tradizionali in forme nuove, questo nome risulta particolarmente fortunato.

2) Com’è composta la vostra casa editrice? Di che cosa vi occupate, prevalentemente?
La nostra casa editrice è costituita da un gruppo di appassionati, piccolo ma ben organizzato. Ci occupiamo di generi diversi, ma al momento stiamo concentrando le nostre forze soprattutto sulla narrativa e la saggistica storica e sulla narrativa fantasy.

3) Qual è il vostro target? A che tipo di pubblico desiderate rivolgervi?
Il nostro pubblico è quello che nutre ancora interesse per la cultura e per la crescita personale, ma anche per la fantasia e per quelle parole che sanno regalare emozioni.

4) Nel vostro sito c’è una sezione dedicata agli e-book gratuiti: come mai questa scelta? Non pensate che possa – in un certo senso – mortificare l’autore? O forse c’è un’intenzione precisa che possa esaltarlo, invece?
La sezione dedicata agli e-book gratuiti è riservata agli autori che hanno già pubblicato con noi. È nata con un duplice scopo: quello di far conoscere i nostri autori a un più vasto pubblico e quello di avvicinare i lettori al mondo dell’e-book senza spendere nulla.

5) E’ possibile inviarvi manoscritti per la pubblicazione. Siete una casa Editrice a pagamento? E che tipi di servizi proponete agli autori, emergenti e non?
Flower-ed è una casa editrice non a pagamento che pubblica anche autori emergenti. Si offre un contratto di edizione in cui viene riconosciuto il diritto d’autore, naturalmente, e tutto ciò che riguarda la produzione dell’e-book (editing, impaginazione ecc.) e la sua distribuzione (codice ISBN, presenza su tutte le più grandi librerie on-line ecc.). Periodicamente diamo la possibilità di inviare i testi in valutazione, dandone notizia sul sito sotto la sezione che riguarda l’invio dei manoscritti.

6) Come vedete il futuro dell’editoria in Italia e all’estero?
I dati non sono certo rosei, d’altra parte lamentarsi dei cosiddetti non lettori non serve a nulla e, soprattutto, se si continuano a produrre le stesse cose il risultato non cambierà: bisognerà quindi offrire qualcosa di diverso affinché questa situazione si sblocchi e l’e-book qualche possibilità in più la offre senz’altro.

7) Quali sono i progetti, gli eventi, le novità nell’immediato futuro?
Nel corso di quest’anno incrementeremo il nostro catalogo con nuovi e-book di storia e fantasy, alcuni di autori esordienti e altri di autori che hanno già pubblicato con noi. Faremo poi partire un progetto formativo che ci sta molto a cuore e che da tempo ci è stato richiesto da più parti, cominciando con un corso per chi voglia imparare qualcosa di più sul lavoro in una casa editrice digitale

Sito: http://www.flower-ed.it

Paola Elena Ferri

Fonte: PEF Magazine

Annunci
flower-ed su PEF Magazine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...