Buon Anno Nuovo!

2013

Annunci
Immagine

[NOVITA’] Pietro De Santis, “Cinque giorni in aprile”

Cinque giorni in aprile

PIETRO DE SANTIS

CINQUE GIORNI IN APRILE

La storia, raccontata in prima persona dalla protagonista femminile in un italiano rivestito di una sottile patina d’antico, è ambientata alla fine del Settecento in una villa presso Trieste, nella quale gli invitati, convenuti da diverse parti d’Italia e del mondo, si trovano a essere testimoni (o vittime) di una serie di delitti.
Nel tentativo di scoprire il colpevole si cimentano, inizialmente con lo spirito di chi partecipi a un gioco di società, la narratrice stessa – impegnata anche in un’impacciata storia d’amore – e l’unica figura realmente esistita tra gli attori della vicenda, il già famoso (e un poco invecchiato) avventuriero Giacomo Casanova.
Un romanzo giallo, la cui violenza si stempera però nell’ironia dei due protagonisti e negli eleganti rituali di un mondo raffinato, giunto alla vigilia di cambiamenti epocali, alcuni dei quali s’andavano complottando proprio tra i personaggi messi in scena.

Formati: EPUB + MOBI
ISBN: 978-88-97815-12-9
Anno: 2012

[NOVITA’] Pietro De Santis, “Cinque giorni in aprile”

5 domande per 5 ipotesi sul futuro dell’editoria: le risposte di flower-ed

Continua il nostro viaggio nel futuro dell’editoria digitale attraverso le opinioni degli editori nativi digitali. In questa seconda intervista parliamo con i tipi di flower-ed, editrice specializzata nella diffusione della cultura umanistica e della buona lettura attraverso saggistica, narrativa e poesia.

Secondo gli ultimi dati AIE, il mercato degli ebook vale lo 0,9% del fatturato totale dell’editoria italiana. Quanto tempo ci vorrà per arrivare al 10%? 
Non potendo fare delle previsioni certe, mi limito a considerare i numeri che abbiamo sotto mano al momento attuale e che corrispondono a una crescita costante ed esponenziale per l’editoria digitale: un settore di nicchia che sta crescendo, dunque, e che a mio parere diventerà preponderante. Con tutte le diversità del caso, il mercato cui dobbiamo guardare è quello americano: noi siamo ancora lontani dalle sue percentuali, ma in questo momento è comunque importante osservare la tendenza.

Quali sono i settori editoriali che avranno maggior successo con la diffusione del digitale? La fiction sarà sempre la più ambita dai lettori? 
Quando si è iniziato a parlare di e-book e ci si è interrogati su quali fossero i generi idonei a questo tipo di formato, spesso ho sentito citare la saggistica e la manualistica. In realtà, ora le statistiche ci dicono che anche la narrativa risulta tra i generi più venduti.

Il canale di vendita che vi porta la percentuale maggiore di fatturato? Retailer internazionali, distribuzione “locale”, sito e-commerce proprietario? 
Flower-ed distribuisce sia attraverso il proprio sito e-commerce che attraverso quelli che al momento sono i principali store (Amazon, Bookrepublic e diverse librerie on-line), ma il principale canale di vendita resta il sito proprietario: se negli store gli e-book delle piccole case editrici si trovano fianco a fianco con quelli delle grandi case editrici, il sito ha però il vantaggio di permettere un contatto diretto con i lettori.

Gli enhanced book saranno decisivi per attirare i lettori “tradizionali” verso il digitale?
Non vedo un collegamento immediato tra lettore tradizionale ed enhanced book. Penso che i tempi non siano ancora del tutto maturi per questa forma di lettura “ampliata”, ma è solo questione di tempo. Sarà l’editoria del domani e inizialmente avrà successo, a mio parere, soprattutto nel segmento bambini e ragazzi.

Il digitale può stimolare un incremento di lettura nelle fasce di popolazione che mediamente leggono meno? 
Questo è proprio ciò che ci auguriamo: al momento i lettori di e-book sono i cosiddetti lettori forti, i divoratori di libri che non si stanno lasciando scappare questa nuova opportunità, ma la speranza è che si avvicinino all’e-book anche i non lettori, in particolare quelli che appartengono alle nuove generazioni. Quando si investe in un’attività, non bisogna pensare solo all’immediato, ma anche al risultato a venire, soprattutto quando questo investimento implica la crescita, la cultura, lo stile di vita delle generazioni future.

Visita il sito web di flower-ed
Segui flower-ed su Facebook
Followa flower-ed su Twitter

Per flower-ed ha risposto alle nostre domande Michela Alessandroni.

Fonte: Editoria Crossmediale

5 domande per 5 ipotesi sul futuro dell’editoria: le risposte di flower-ed

Corso di Formazione Web Copywriter e SEO Analyst

Sono aperte le iscrizioni al
Corso di Formazione
WEB COPYWRITER E SEO ANALYST

Il corso si rivolge a chi, senza limiti di età e titoli di studio, voglia conoscere il mondo della scrittura pubblicitaria e acquisire strumenti e competenze per lavorare come web copywriter e SEO analyst.

In questo corso imparerai:

– a conoscere la storia della pubblicità, l’evoluzione del copywriter e le opportunità professionali del web copywriter
– a utilizzare le tecniche di scrittura per il web, di copywriting e storytelling
– a conoscere il social media copywriting: piano editoriale, marketing e customer service
– a utilizzare le tecniche di SEO, per ottimizzare la presenza di un sito sul web

Le lezioni teoriche di ciascun modulo sono accompagnate da laboratori e simulazioni pratiche.

Maggiori informazioni su questa e sulle prossime date:

www.flower-ed.it
formazione@flower-ed.it

Corso di Formazione Web Copywriter e SEO Analyst